EMERGENZA CORONAVIRUS

AnagniGialloBlu
Messaggi: 565
Iscritto il: 27/05/2015, 14:57

Re: EMERGENZA CORONAVIRUS

Messaggioda AnagniGialloBlu » 26/03/2020, 18:13

Archeo ha scritto:Grazie Zeb.

Come ve la passate ragazzi??


e come ce la passiamo!
a casa, sperando finisca presto questo allarme per la nostra salute e cercando di capire come siamo finiti in questa situazione.
Ci vuole pazienza, tanta.
Non immaginate la voglia che ho di camminare verso lo stadio, nutrendomi dell'adrenalina pre match.
:yelloblu:

03038
Messaggi: 1592
Iscritto il: 21/05/2015, 6:43

Re: EMERGENZA CORONAVIRUS

Messaggioda 03038 » 27/03/2020, 8:51

Amici la situazione è drammatica.
La sanità pubblica dopo 20 anni di tagli non è capace ad occuparsi dell'ordinario figuriamoci di una pandemia.
Alla proposta di riaprire Anagni e Pontecorvo la regione lazio ha deriso i rispettivi sindaci (ma ne vale la pena di stare in questa regione che pensa solo a Roma lasciandoci a pane ed acqua?).
Ogni giorno ci sono casi positivi e la situazione si è aggravata a causa della sanità privata che non è riuscita minimamente a contenere i casi nelle proprie strutture.

https://www.sora24.it/coronavirus-la-gi ... TdV9mgxqIY

Spero che superata questa pandemia il popolo Ciociaro riesca a riprendersi ciò che gli spetta (ospedali in più ed aggiornamento dello strumentario) e che si rivedano queste convenzioni con i "privati" della zona che in questo momento più che un aiuto sono una zavorra!

Purtroppo la strada è ancora molto lunga ed in salita. Forza Ciociari, in alto i cuori!!!

Avatar utente
Archeo
Amministratore
Messaggi: 3861
Iscritto il: 15/10/2014, 16:18

Re: EMERGENZA CORONAVIRUS

Messaggioda Archeo » 27/03/2020, 13:11

03038 ha scritto:Amici la situazione è drammatica.
La sanità pubblica dopo 20 anni di tagli non è capace ad occuparsi dell'ordinario figuriamoci di una pandemia.
Alla proposta di riaprire Anagni e Pontecorvo la regione lazio ha deriso i rispettivi sindaci (ma ne vale la pena di stare in questa regione che pensa solo a Roma lasciandoci a pane ed acqua?).
Ogni giorno ci sono casi positivi e la situazione si è aggravata a causa della sanità privata che non è riuscita minimamente a contenere i casi nelle proprie strutture.

https://www.sora24.it/coronavirus-la-gi ... TdV9mgxqIY

Spero che superata questa pandemia il popolo Ciociaro riesca a riprendersi ciò che gli spetta (ospedali in più ed aggiornamento dello strumentario) e che si rivedano queste convenzioni con i "privati" della zona che in questo momento più che un aiuto sono una zavorra!

Purtroppo la strada è ancora molto lunga ed in salita. Forza Ciociari, in alto i cuori!!!




03038
Purtroppo a Roma stanno anche peggio, hanno salvato in extremis l'ospedale Columbus chiuso da Dicembre, ho due carissimi amici di infanzia al Gemelli e Policlinico.....davvero non sono in buone neanche questi grandi ospedali per quello che scrivi sopra.
Qualsiasi colore politico, nessuno escluso, sia a livello Nazionale e soprattutto Regionale, da Nord a Sud, ha preferito foraggiare i privati, con i quali sono tutti molto amici, a discapito del servizio pubblico perchè costava troppo, ma il popolo non è sceso in piazza, mai....quando ad Alatri si sono messi di traverso erano soli....idem in tanti altri posti.
I privati della nostra zona gestiscono strutture che non si sà per quale motivo non siano state mai chiuse fino ad oggi ma bensì sempre sovvenzionate....ci sarà modo spero per sistemare le cose.
Lo Stato siamo noi e non altri, spero che adesso sia ancora più chiaro il concetto.
Ricordiamocelo e spero che tutta questa storia ci aiuti ad essere persone migliori, più consapevoli e che ci aiuti a capire che esistono anche gli altri e non solo noi stessi, non esistono solo i soldi ma sopratutto esiste l'Umanità e la vita.

Forza ragazzi!!
Forza Mondo!!


Avatar utente
Archeo
Amministratore
Messaggi: 3861
Iscritto il: 15/10/2014, 16:18

Re: EMERGENZA CORONAVIRUS

Messaggioda Archeo » 27/03/2020, 13:32

Bravo Zeb!!!

Mi raccomando studia bene i profili da inserire in organico!
:aha: :aha:

03038
Messaggi: 1592
Iscritto il: 21/05/2015, 6:43

Re: EMERGENZA CORONAVIRUS

Messaggioda 03038 » 27/03/2020, 13:34

Archeo ha scritto:
03038 ha scritto:Amici la situazione è drammatica.
La sanità pubblica dopo 20 anni di tagli non è capace ad occuparsi dell'ordinario figuriamoci di una pandemia.
Alla proposta di riaprire Anagni e Pontecorvo la regione lazio ha deriso i rispettivi sindaci (ma ne vale la pena di stare in questa regione che pensa solo a Roma lasciandoci a pane ed acqua?).
Ogni giorno ci sono casi positivi e la situazione si è aggravata a causa della sanità privata che non è riuscita minimamente a contenere i casi nelle proprie strutture.

https://www.sora24.it/coronavirus-la-gi ... TdV9mgxqIY

Spero che superata questa pandemia il popolo Ciociaro riesca a riprendersi ciò che gli spetta (ospedali in più ed aggiornamento dello strumentario) e che si rivedano queste convenzioni con i "privati" della zona che in questo momento più che un aiuto sono una zavorra!

Purtroppo la strada è ancora molto lunga ed in salita. Forza Ciociari, in alto i cuori!!!




03038
Purtroppo a Roma stanno anche peggio, hanno salvato in extremis l'ospedale Columbus chiuso da Dicembre, ho due carissimi amici di infanzia al Gemelli e Policlinico.....davvero non sono in buone neanche questi grandi ospedali per quello che scrivi sopra.
Qualsiasi colore politico, nessuno escluso, sia a livello Nazionale e soprattutto Regionale, da Nord a Sud, ha preferito foraggiare i privati, con i quali sono tutti molto amici, a discapito del servizio pubblico perchè costava troppo, ma il popolo non è sceso in piazza, mai....quando ad Alatri si sono messi di traverso erano soli....idem in tanti altri posti.
I privati della nostra zona gestiscono strutture che non si sà per quale motivo non siano state mai chiuse fino ad oggi ma bensì sempre sovvenzionate....ci sarà modo spero per sistemare le cose.
Lo Stato siamo noi e non altri, spero che adesso sia ancora più chiaro il concetto.
Ricordiamocelo e spero che tutta questa storia ci aiuti ad essere persone migliori, più consapevoli e che ci aiuti a capire che esistono anche gli altri e non solo noi stessi, non esistono solo i soldi ma sopratutto esiste l'Umanità e la vita.

Forza ragazzi!!
Forza Mondo!!

Archeo mentre da noi chiudevano Anagni Ferentino Veroli Ceccano Ceprano Isola del Liri Arpino Pontecorvo Atina...a Roma hanno aperto in Sant'Andrea, l'ospedale dei castelli, il nuovo Regina Margherita... Ma ti basta scaricare il Piano Strategico Aziendale della Asl di Frosinone ed avrai tutti i numeri per incazzarti quanto vuoi. Siamo una provincia con un rapporto posti letto/ abitanti 2/1000 invece di 3.6/1000 come previsto per legge nonostante le centinaia di posti dati ai privati locali (bello schifo hanno combinato con questa pandemia i privati)!

mariognz
Messaggi: 911
Iscritto il: 25/10/2014, 11:29

Re: EMERGENZA CORONAVIRUS

Messaggioda mariognz » 27/03/2020, 20:13

archeo dici che ce ne ricorderemo dello schifo che hanno fatto della sanità o continueremo a distrarci appriesse aglie pallone ???

basta vedere come lavorano "in sicurezza" nelle RSA...che tristezza.

nonostante questo, e nonostante in Germania ci siano molti più posti letti per abitante, sia i terapia intensiva che posti normali...come è possibile questa differenza di decessi con la Germania...???

mi rivolgo in particolare a 03038 che è del campo.

Saluti a tutti...in campana!


:flag: :flag: :flag:

03038
Messaggi: 1592
Iscritto il: 21/05/2015, 6:43

Re: EMERGENZA CORONAVIRUS

Messaggioda 03038 » 27/03/2020, 23:28

mariognz ha scritto:archeo dici che ce ne ricorderemo dello schifo che hanno fatto della sanità o continueremo a distrarci appriesse aglie pallone ???

basta vedere come lavorano "in sicurezza" nelle RSA...che tristezza.

nonostante questo, e nonostante in Germania ci siano molti più posti letti per abitante, sia i terapia intensiva che posti normali...come è possibile questa differenza di decessi con la Germania...???

mi rivolgo in particolare a 03038 che è del campo.

Saluti a tutti...in campana!


:flag: :flag: :flag:

Magari avessi la risposta a questa domanda!
Posso proporre degli spunti di riflessione.
La mortalità è data dall'equazione morti/malati, se fai test a TUTTI riuscirai ad avere un denominatore enorme perché riesci a scoprire anche gli asintomatici che per stessa ammissione della nostra protezione civile sono tra 5-10 volte i sintomatici. In alternativa puoi non fare i tamponi a chi muore in casa o a chi ha già molte patologie quindi riduci il numeratore. Così possono uscire valori di moralità molto differenti tra di loro. Alla fine per sapere la modalità basta attendere la fine del 2020 e fai il conto con i morti del 2019, indicativamente la differenza saranno i morti da covid in difetto (tieni presente che questo anno molta meno gente morirà di incidenti stradali, di accoltellamenti, ecc. per il fatto di passare 2-3 mesi chiusi in casa).

Inoltre bisogna tenere presente che la Germania spende quasi il 10% del suo ENORME PIL in sanità mentre noi ci attestiamo sul 6%. Ovviamente il loro sistema parte da una base più solida della nostra che siamo con "una scarpa ed una ciabatta". Ma questo gap, non per autoreferenzialismo, lo annulliamo con la preparazione del nostro personale che arriva a mettere mano su un pz solo dopo che si è ingobbito a studiare su faldoni enormi per anni. Non per niente siamo la nazione che in proporzione pubblica di più al mondo e spesso e volentieri "regaliamo" le nostre migliori menti all'estero dopo averci investito migliaia di euro per formale.

Nella sfortuna siamo stati fortunati che il tutto si sia concentrato al Nord, qui nel Lazio sarebbe stata una strage immane senza se e senza ma. Se in Lombardia c'è un posto in terapia intensiva ogni 5'000 abitanti nel Lazio siamo ad 1/10'000!!! La metà!!! Se nel Veneto hanno 4 posti letto ogni 1'000 abitanti qui siamo a 2.5/1'000!!! Nella nostra provincia ci sono in totale 1'254 posti letto ma ben 391 sono accreditati ai privati (San Raffaele, città Bianca, ecc.) i quali ora sono chiusi in quarantena. Quindi abbiamo perso in questo momento il 31% dei nostri pochi posti letto. UNA TRAGEDIA!!!

Avatar utente
Archeo
Amministratore
Messaggi: 3861
Iscritto il: 15/10/2014, 16:18

Re: EMERGENZA CORONAVIRUS

Messaggioda Archeo » 28/03/2020, 13:22

@mariognz
Io lo spero!! :aha: :aha:

@03038
Sono d'accordo con te.
Abbiamo tanti medici, tecnici e infermieri bravi, purtroppo è altrettanto vero che a partire dalle Specializzazioni universitarie a quelle ospedaliere molte delle "nomine" sono gestite in modo clientelare e qualche medico non si sà neanche il perchè eserciti, ed è un altro gravissimo problema, e sempre di natura politico-imprenditoriale, e si gli imprenditori...
Come la doppia o tripla o quadrupla professione di alcuni sanitari.
Sul Lazio è dal 2010, forse anche prima, che ci stanno massacrando, tutte le provincie e nessuna esclusa, Roma compresa, basta vedere l'annuario statistico del ministero e quello della regione.
Le uniche due regioni che hanno avuto posti letto aggiuntivi sono l'Umbria e la Sicilia, in tempi normali ovvio.
Poi se ad un medico, giovane, laureato a pieni voti il "sistema" lo costringe a lavorare per 4 soldi (1'500 per un contratto a tempo determinato), in costante sottorganico, con turni 8/20-20/8, oppure peggio forniscono prestazioni a partita iva......ma questo penso che lo sai meglio di me.
La mia generazione è quella dei "migranti" lavorativi, della "fuga dei cervelli", ci sarà un perchè, in questo paese è un problema solo discute dell' "Equo compenso", meglio continuare con i Cocopro, con la partite iva sfruttate e via dicendo, neanche se ne può parlare di queste cose, altrimenti il tessuto imprenditoriale come farebbe a realizzare i massimi profitti con la minima spesa??
Il problema è serio e non riguarda solo la Sanità ed è di natura sia qualitativa che quantitativa, purtroppo.

Riporto dal Quotidiano sanità «l’assistenza ospedaliera si è avvalsa di 1.000 istituti di cura, di cui il 51,80% pubblici ed il rimanente 48,20% privati accreditati. Risulta confermato il trend decrescente del numero degli istituti, già evidenziatosi negli anni precedenti, effetto della riconversione e dell’accorpamento di molte strutture».
Dieci anni prima, nel 2007, c’erano «1.197 istituti di cura, di cui il 55% pubblici ed il rimanente 45% privati accreditati» e, di nuovo, «risulta confermato il trend decrescente del numero degli istituti, già evidenziatosi negli anni precedenti, effetto della riconversione e dell’accorpamento di molte strutture».
Nel 1990 avevamo oltre 300'000 posti letto pubblici.....
E' un casino che voi medici e paramedici, avevate annunciato da tempo, e queste mancanze ci sono in vari settori, l'altro è l'Istruzione, purtroppo.
Fortunatamente ci sono tante professionalità formidabili che limitano i danni e sopperiscono.
In questo momento conosco meglio la situazione della ASL di Reggio Emilia, mia cugina è medico lì e ci sentiamo quasi tutti i giorni, e purtroppo ha visto morire due colleghi nel giro di una settimana e non è normale questa cosa.
Spero che le Regioni la finiscano di fare i tamponi ai calciatori e ai politici asintomatici, ma che invece li facciano immediatamente a tutto il personale sanitario con estrema urgenza.
E' come se ai soldati in prima linea si dessero le "mazzafionne" e a chi si trova nelle retrovie i fucili e i cannoni.



Torna a “Campionato di calcio Serie B 2019/2020”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 38 ospiti